INCLUSIVITA’, SINISTRA, AZIONE CIVILE, TSIPRAS

sinistra-unita4

Si riapre -e forse non si è mai chiuso- il dibattito sull’unità della sinistra, anche alla luce di quanto Azione Civile declina nel suo Manifesto degli intenti. Chiariamo subito: che la nostra collocazione sia di sinistra credo sia indiscutibile: basta leggere i punti del Manifesto, dello Statuto, del programma, dell’appello, ecc. Qualcuno ha il dubbio che ci siano delle cose che non siano di sinistra?

Il problema è che limitarsi a dire “sinistra unita” è limitativo. Noi vogliamo unire la sinistra ma non fermarci solo ai soliti partitini/movimenti della sinistra. Dobbiamo rivolgerci anche e soprattutto a quella massa di persone che sono d’accordo su quello che vogliamo ma per cui la parola sinistra significa fallimento (fallimento non solo del PD, che ormai di sinistra non ha più nulla, ma anche della sinistra radicale (Arcobaleno, Rivoluzione Civile, ecc.). Conosco giovani precari, disoccupati, studenti, gente che non vota più e tanti altri che non chiedono più etichette, simboli, riferimenti ideologici ma fatti, programmi, obiettivi.

Io sono per un’unione di tutti i partiti/movimenti della sinistra ma che non dia l’idea, con l’autodefinirsi, di limitarsi a quelli che hanno tale denominazione, ma che sia realmente aperta anche a chi di sinistra non è pur condividendone i programmi, a chi la parola sinistra non dice più nulla o peggio.., a chi di sinistra non ci si sente, o non sa di esserlo… Pensiamo a cosa ha detto Tsipras: “Sinistra è ogni cosa che unisce e non divide”. Mi sembra che anche lui punti più alle “cose che ci uniscono” che a cose (simboli, nomi, ecc.) che ci dividono o limitino il campo. E’ credo che non ci siano dubbi che Tsipras sia di sinistra. Ma è anche inclusivo: non dice di volere solo una lista di sinistra o di comunisti, dice che vuole una lista inclusiva di chi condivide il suo programma.

Oggi è importante, per ricreare credibilità, radicamento e affermazione della sinistra, creare dei grandi fronti popolari che non si chiudano intorno a definizioni ma che si uniscano su programmi (e ribadisco:programmi di sinistra), cose da fare (di sinistra) e non più solo sulle parole o sullo stemma che abbiamo sulla bandiera. E’ il solito vecchio esempio sempre buono: dobbiamo guardare alla luna (le cose che vogliamo ottenere) non a come si chiama il possessore del dito che le indica.

Tsipras ragiona così: “chi crede nel mio programma è ben accetto”. E non chiede patenti nominalistiche o ideologiche, perché chi crede nel suo programma si qualifica da sé di sinistra (consapevole o no).

La sinistra esiste, anche se ha fallito tante volte. La sinistra (come diceva Moretti) deve fare qualcosa di sinistra. Siamo sicuri che oggi l’indispensabilità di dirsi di sinistra sia una cosa di sinistra?

Tsipras dimostra la sua inclusività, parola che molti confondono con inciucio, o mescolanza ibrida, perché ragionano ancora con vecchi schemi.

Nessun inciucio, nessuna mescolanza spuria, perché sono le cose da fare che qualificano chi le fa e una persona che non è di sinistra non accetterebbe mai certi punti del programma di Tsipras. Azione Civile si muove nello stesso senso portando avanti questi concetti oltre le fasi elettorali e individuandoli come un metodo di sinistra per creare nuova aggregazione. Unire tutti su principi di sinistra in un grande fronte popolare, democratico, costituzionale e progressista, è diverso (e di più) rispetto a unire solo su nomi di sinistra.

Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web www.ilviziodelpensiero.it sito di riflessione e informazione culturale e artistica. Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Nell'ottobre 2011 ha realizzato il cd-demo"Verso le barricate del futuro" contenente sette sue composizioni inedite. Sta lavorando a un album dal titolo "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: