Archivi del mese: ottobre 2014

OGGI A ROMA (25.10.2014)

1467290_10205138196805672_3207918510204936586_n

Oggi a Roma sarà importante riprendersi la piazza, quella reale, non quella dei talk-show o delle leopoldine apparizioni renziane. C’è una frattura netta tra questo governo di destra che con arroganza sta devastando il lavoro e i diritti ed è esecutore del “nuovo ordine” dettato da multinazionali, potentati finanziari e lobby e, dall’altra parte, un popolo sempre più vessato.

Ma se è necessario – come è necessario – superare le divisioni per diventare un fronte popolare di alternativa in grado di crescere e incamminarsi in un percorso unitario lungo e complicato ma che è strategicamente l’unico possibile  per ambire a diventare una possibile futura forza di governo, bisogna ripartire da momenti come questi, momenti di unità e di riaffermazione della presenza di una visione alternativa a quella che ci vogliono imporre come una teologia del neoliberismo.

 La storia di Syriza, pur in diverso contesto, è paradigmatica.

Speriamo che oggi Roma sia invasa da una moltitudine di compagni per ripartire, per dare un segno di rinascita anche a un sindacato che non può più essere lo stesso.

 Proviamo a far sì che oggi sia un momento importante e significativo, propedeutico ad altre lotte importanti e decisive (ad esempio quella contro il TTIP, trattato che rischia di stravolgere ogni settore della nostra esistenza). Speriamo che sia anche chiaro che non esistono più “terre di mezzo”, che l’alternatività a questo governo e al partito che lo ha generato non può che essere netta, indiscutibile, senza alibi compromissori.

 Buon viaggio compagni!