Siamo a un bivio, sì. Ma quale?

370eaaf

Si parla di trovare un leader e dell’urgenza di organizzarci a sinistra. Ragioniamoci.
Io non credo ai leader prêt-à-porter. Credo che i leader nascano all’interno e da un percorso.
Ritengo che si debba ripartire, non da leader e assembramenti al vertice, ma dalla gente e dal radicamento nei territori, lavorando per creare consenso. E temo che ci vorrà, purtroppo ma necessariamente, del tempo, spero non lunghissimo.
Syriza e altri hanno impiegato dieci anni per diventare quello che sono. Capisco l’urgenza, ma oggi non abbiamo soluzioni che ci possano far diventare maggioritari.

La domanda è questa: cosa è meglio?:

1. Imboccare una strada sbagliata (vedi solite alleanze ai vertici tra le segreterie dei soliti partiti) che possono portare qualche voto in più ma lasciarci destinati a un’eterna testimonianza e come massimo risultato qualche posto in più nelle istituzioni riproponendo le solite coalizioni di sinistra radicale?

2. Imboccare la strada giusta che crei radicamento nei territori, fiducia della gente, la nascita di un soggetto politico nuovo che superi la frammentazione in mille partitini autoreferenziali e iper-identitaristici anche se richiede tempo ma che ci può portare un giorno a giocarcela per andare al governo come è successo in Grecia?

Io non ho dubbi: scelgo la seconda soluzione, l’unica che può essere vincente.
La prima ci può solo portare nel solito vicolo cieco e ci farà perdere consenso perchè oggi la gente vuole scelte precise, schieramenti netti, non le solite ambiguità e coalizioni che vanno dalla falce e martello ai socialdemocratici dissidenti del PD.

Tra l’ovetto  riscaldato  oggi e la gallina domani, scelgo mille volte la gallina (ma non la mangerò perchè sono vegetariano.. 🙂 )

Gian Luigi Ago

Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web www.ilviziodelpensiero.it sito di riflessione e informazione culturale e artistica. Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Nell'ottobre 2011 ha realizzato il cd-demo"Verso le barricate del futuro" contenente sette sue composizioni inedite. Sta lavorando a un album dal titolo "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

2 responses to “Siamo a un bivio, sì. Ma quale?

  • sinistranews

    L’ha ribloggato su Sinistra Newse ha commentato:
    “Non le solite ambiguità e coalizioni che vanno dalla falce e martello ai socialdemocratici dissidenti del PD. Tra l’ovetto riscaldato oggi e la gallina domani, scelgo mille volte la gallina” Di Gian Luigi Ago(rà)

    Mi piace

  • pippo fanelli

    vero anche io sono per la seconda
    ma tieni presente che oggi tutti dissidenti pd sel prc partitini di ogni genere e tipo vogliono costruire la sinistra e gia’ qualcuno si propone vedi Rodota’ civati fassina ecc
    io so che sono circa due anni che mi danno per Azione civile e non vorrei che domani ci trovassimo
    dirigenti di quel calibro poc’anzi detto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: