OBIETTIVI TRA STRATEGIA E TATTICA

scacchi

“La tattica senza strategia è il rumore che precede la sconfitta”
(Sun Tzu, VI seclo a.C.)

Tra questi due elementi deve vigere necessariamente un rapporto di causa-effetto.
La tattica è finalizzata a risoluzioni relative alle contingenze ma deve essere coerente con la strategia prevista per raggiungere determinati obiettivi.

Spesso invece si adottano scelte politiche tese esclusivamente a raggiungere obiettivi transitori che non sono necessariamente utili alla strategia e che spesso portano a un suo stravolgimento che può rendere difficile se non impossibile il raggiungimento degli obiettivi fissati.

Ecco perché spesso si giustificano – facendole passare come tattiche funzionali alla strategia generale – scelte “tatticistiche” che in realtà tendono a interessi diversi e talmente centrati solo al “guadagno” del momento da non porsi nemmeno il problema della loro relazione con una strategia complessiva.
Si tratta per lo più di miopia politica, di impazienza progettuale, di incapacità di tessere relazioni politiche in vista degli obiettivi che possono essere raggiunti solo con la lungimiranza di non perdere di vista il percorso generale per quanto lungo possa essere e per quanto “frustrante” possa sembrare in termini di ritorno immediato.

Molte delle esperienze politiche degli ultimi anni hanno fallito proprio per la convinzione di possibili scorciatoie o di percorsi a livello esclusivamente istituzionale o che vedessero solo nel raggiungimento di un pur minimo accesso a tale livello il fine dello stesso lavoro politico svolto nei territori e nelle situazioni di crisi.

Queste deviazioni da una strategia vincente spesso sono state controproducenti in quanto hanno fatto perdere di vista un eventuale crescere del lavoro politico e dell’aggregazione e consenso intorno ad esso, ponendo nella fase elettorale (transitoria) un’eccessiva valenza di “esame” accentuando così il valore negativo delle numerose sconfitte rispetto al lavoro politico svolto e facendo sì che a queste sconfitte (spesso evitabili in quanto prevedibili) potesse venire attribuito dai più il significato di condanne inappellabili della strategia e del valore stesso degli obiettivi finali, con conseguente e inevitabile perdita di consenso.

Gian Luigi Ago

Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web www.ilviziodelpensiero.it sito di riflessione e informazione culturale e artistica. Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Nell'ottobre 2011 ha realizzato il cd-demo"Verso le barricate del futuro" contenente sette sue composizioni inedite. Sta lavorando a un album dal titolo "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: