Unire la Sinistra è più che impossibile: è sbagliato.

base foto

La Nuova Sinistra Unita, oltre a essere un progetto sbagliato, sta nascendo malissimo. Un parto difficile, anzi impossibile. Leggiamo cosa dice Marco Revelli, tra l’altro proprio l’inventore dell’idea della “Casa comune della Sinistra e dei democratici“:

“Devo dire che al tavolo che si è costituito le cose non vanno bene. Dopo le comuni dichiarazioni di buona volontà finiscono per proseguire i veti incrociati, le contraddizioni interne (soprattutto, devo dirlo, di Sel), i distinguo… La fuoriuscita di Fassina e Civati dal PD dovrebbe rafforzare il processo, ma finora non ha aiutato. Fassina non si media, sull’Europa ma anche e soprattutto sulla richiesta di predeterminazione dei caratteri del soggetto che può essere solo definita con la precisione che richiede nel corso del processo stesso. Civati, abbiamo visto tutti come si è mosso, da solo come Possibile.”

Tutto questo dimostra come questo progetto, oltre a essere oggi concettualmente e marxianamente sbagliato, è anche impossibile da realizzare e dimostra anche quanto sia stata giusta la decisione di quanti, come Azione Civile e la componente di Prima le Persone, hanno deciso di uscire dall’Altra Europa (ancora) con Tsipras

Se ce ne fosse ancora bisogno, conferma inoltre – come da tempo immemore vado sostenendo – che l’unica strada percorribile per tentare di costruire un’alternativa non potrà mai realizzarsi col materiale umano d’apparato e le strutture dell’attuale sinistra, essendo il loro progetto destinato a riproporre le solite autoreferenzialità, recinzioni, divisioni, ambizioni, veti e opportunismi, oltre a più che decennali sigle e facce.

L’unica strada percorribile oggi è quella del confronto all’interno di una consulta/assemblea permanente della base sociale, in modo orizzontale e democratico per arrivare a un “soggetto politico nuovo” basato sull’auto-organizzazione e sull’ auto-rappresentanza della base popolare (al di fuori di partiti e ceti politici) e che non può che essere il punto di arrivo di un percorso e non invece un inizio attraverso la solita coalizione creata dall’alto e dai soliti noti, coalizione su cui far poi convergere voti.

Adelante!
Gian Luigi Ago
Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web www.ilviziodelpensiero.it sito di riflessione e informazione culturale e artistica. Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Nell'ottobre 2011 ha realizzato il cd-demo"Verso le barricate del futuro" contenente sette sue composizioni inedite. Sta lavorando a un album dal titolo "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

One response to “Unire la Sinistra è più che impossibile: è sbagliato.

  • Antonio

    Io la vedo così, la sinistra italo borghese alza la posta, dopo le unioni civili, stanno seriamente pensando di unire i vari partitini, per provare a ricavarne, almeno, uno credibile. Una volta era la lotta a unire i cuori ribelli, adesso non esistono ribelli, quindi si fanno patti tra “clandestini” e impostori.
    La rivoluzione? Siamo seri, guardateli in faccia questi dirigenti di partitini, se notaterete un’oncia, uno sguardo, una parola, un ammiccamento da rivoltoso mettetelo sul vostro diario, così darete uno smacco a quelli come me, che vi giudicano mollicci e insipidi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: