Armiamoci! Le lobby ringraziano…

eastwood

La corsa alle armi è iniziata, sponsorizzata dalla destra che cavalca come sempre la paura più istintiva, venata ovviamente da una prevedibile buona dose di razzismo. La parola d’ordine è “Armiamoci!” e chiunque riesce a uccidere un rapinatore riceve applausi a scena aperta.

La Legge però c’è e parla di legittima difesa e difesa putativa.
L’omicidio volontario è un’altra cosa.
Si sta creando un clima per cui è legittimo farsi giustizia da sé che è una cosa ben diversa dalla legittima difesa.
In alcune interviste si sente dire: “Se vedo qualcuno in strada che cerca di rubarmi la macchina io gli sparo dalla finestra”.
La reazione logica sarebbe intanto prendere un telefono e chiamare la Polizia, anche perché per il furto d’auto non è prevista la pena di morte…. e anche se fosse prevista (per assurdo) non starebbe ai cittadini applicarla…
Non siamo in un film con Clint Eastwood e il Far West è lontano nello spazio e nel tempo..

Il problema però è che certe forze politiche strumentalizzano ed esasperano la paura, incitando alla difesa preventiva e alla giustizia fai da te.
Probabilmente sanno che questo porta voti e si preparano a essere sponsorizzate alle prossime elezioni dalle lobby delle armi, come succede già negli U.S.A.
Non a caso la destra ha fatto cortei trasformando in eroe un pensionato che ha ucciso un albanese di 22 anni; ora è indagato per omicidio volontario (e gli è andata anche bene che non abbiano applicato misure restrittive).

Questo ragazzo non aveva fatto alcuna effrazione per entrare all’interno dell’abitazione, quindi le persone non erano ancora in pericolo di eventuale aggressione.
L’omicidio è stato dunque “preventivo” e questo non è certo previsto dalla Legge e non può configurarsi come legittima difesa.
E’ quindi a tutti gli effetti un omicidio volontario: questo dice la Legge che in questo caso è chiara e ineccepibile.

Gian Luigi Ago

Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web www.ilviziodelpensiero.it sito di riflessione e informazione culturale e artistica. Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Nell'ottobre 2011 ha realizzato il cd-demo"Verso le barricate del futuro" contenente sette sue composizioni inedite. Sta lavorando a un album dal titolo "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: