Tornano le mascherine

maschere
Una mia riflessione di nove mesi fa si intitolava
“Ti conosco mascherina”.
La trovate qui:
https://gianluigiagora.wordpress.com/2015/03/13/ti-conosco-mascherina-pseudo-coalizioni-sociali/

Perché citarla ora?
Perché le cose che diceva si ripropongono ancora oggi sempre uguali.
Gira in questi giorni un documento di auto-convocazione “anonima”… (Sel e altri..) che invita a febbraio 2016 a un incontro, questa volta orizzontale, movimentista, aperto alla partecipazione, cosa che succede ormai abitualmente a ogni approssimarsi di nuove elezioni.

Ma se si legge tra le righe si trovano le solite cose:
rappresentare chi non è più rappresentato” che tradotto significa “soggetto politico di sinistra da votare” che ripropone la distinzione tra base sociale e ceto politico che la rappresenta.
Troppe volte abbiamo visto i falsi passi indietro dei partiti e del loro ceto politico, troppe volte abbiamo sentito le loro false dichiarazione di disponibilità personale verso la società civile, salvo poi, un secondo dopo l’esito del voto, tornare alle loro settarie divisioni.

Alla fine dell’esperienza di Rivoluzione Civile, in una sede di partito dove, da coordinatore della componente di “Cambiare si può”, avevo seguito i risultati, mi resi conto della strumentalità di quelle posizioni che erano state presentate come la presa di coscienza di un nuovo modo di fare politica.
Tutto tornò come prima ma io continuai a seguire quello che doveva essere lo spirito vero, e non opportunisticamente abbracciato, di quel tentativo.

Ora che si avvicinano le amministrative sentiamo le stesse cose, le stesse dichiarazioni di orizzontalità, lo stesso parlare di base, di “una testa, un voto”, sempre però curiosamente… calate dall’alto di “anonimi” apparati di partito.

Per fortuna esistono altri percorsi, esistono veri progetti di base che puntano all’auto-rappresentanza del mondo sociale come quello di cui si parlerà il 9 e il 10 gennaio 2016 a Bologna.

C’è ancora qualcuno che crede alla buona volontà delle dichiarazioni “anonime”?
C’è ancora qualcuno che crede  sia necessario andare a perdere tempo a verificare ogni volta di persona se questa volta dicono la verità, sbattendo poi inevitabilmente di nuovo la faccia contro il muro?
A me basta vedere i nomi che propongono queste cose e i luoghi da cui partono queste proposte per ignorarli, sapendo già come andrà a finire.

Credo che la politica che serve oggi debba necessariamente prescindere to-tal-men-te da quella degli apparati di partito, con mascherina o meno (come dicevo in quella riflessione di nove mesi fa).

Gian Luigi

Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web www.ilviziodelpensiero.it sito di riflessione e informazione culturale e artistica. Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Nell'ottobre 2011 ha realizzato il cd-demo"Verso le barricate del futuro" contenente sette sue composizioni inedite. Sta lavorando a un album dal titolo "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: