Sinistra: harakiri, Time Warp e testate contro il muro

base foto

Leggo, trasecolando… le analisi che si stanno facendo a Sinistra sull’ennesima prevedibile facciata elettorale. Sono in sostanza analisi fotocopia di quelle già lette negli ultimi vent’anni: nessun cenno di autocritica e quando c’è viene annullato dalla baldanzosa riconferma del proposito autolesionista di continuare imperterriti come prima.
Se si sbaglia è solo perchè non si è fatto bene quello che si doveva fare.
Nemmeno lontanamente si viene sfiorati dal dubbio che quello che si voleva fare fosse sbagliato.

Perlopiù queste analisi si concludono – non come sarebbe logico con un onorevole harakiri in piazza – ma con frasi amene del tipo:
“Ora andiamo avanti, dobbiamo ripartire da qui per finire quello che abbiamo iniziato a costruire fino ad arrivare a governare il Paese.“.
Oppure:
“Noi siamo l’unica vera Sinistra!”
E vantatevene pure….

Va be’essere de coccio ma davvero non vi siete ancora accorti che, anziché costruire, state solo cercando di demolire un muro a testate?
Ma quanti altri decenni ancora ci vorranno per capire che quella è la strada sbagliata?

Continuate pure a fare nuovi (si fa per dire..) partiti, coalizioni, contenitori e presentarvi alle elezioni per raccattare qualche elemosina di voto.
Stesse facce, stesse sigle, anche se camuffate un po’, qualche passo indietro, avanti o di lato;  qualcuno si ricorda i passi del “Time Warp” del Rocky Horror Show”? Ecco, ma quelli almeno erano divertenti.

Che altro si può dire ormai a costoro? Ci siete invecchiati così e per un certo tratto anch’io. Continuate pure a coltivare utopie di scalate elettoralistiche che non producono altro che delusioni, frustrazioni, astensioni, rafforzamento dei poteri dominanti.

Per il cambiamento non basta avere obiettivi giusti, quelli ce li hanno in tanti.
Bisogna rovesciare il modo di far politica, cambiare metodi, strumenti, approcci, strategie, poi si penserà ad andare a raccogliere quanto seminato in elezioni.

Per fortuna in molti siamo ormai altrove a cercare pazientemente di costruire una vera alternativa che possa controbattere l’Europa delle banche, delle finanze, delle multinazionali,  della distruzione dei diritti, del lavoro e della democrazia, a fianco a quanti in Europa stanno facendo, dalla base, le nostre stesse lotte.
Voi continuate pure a giocare con le percentuali, aspettando che crescano fino a portarvi al governo (dove siete già stati tra l’altro…)

Oggi serve una strada diversa da queste farsesche rappresentazioni con ormai troppe repliche e sempre meno spettatori.
Adelante!

Gian Luigi Ago

Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web www.ilviziodelpensiero.it sito di riflessione e informazione culturale e artistica. Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Nell'ottobre 2011 ha realizzato il cd-demo"Verso le barricate del futuro" contenente sette sue composizioni inedite. Sta lavorando a un album dal titolo "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: