M5S-LEGA: coraggio, il peggio deve ancora arrivare

1.jpg

Sempre più sorprendente deve apparire il M5S per chi in passato li ha visti come un movimento di possibile alternativa e non come la tomba di ogni alternativa, dirottatori del giusto disagio e della rabbia popolare verso un vicolo cieco.
Lo sostenevo e scrivevo già prima delle politiche del 2013; ma non tutti avevano capito che il M5S era funzionale alla vecchia politica, proponendosi come sostituto di vere alternative anti-sistema.
Indicative le parole di Grillo dopo le politiche del 2013: “Senza di noi in Italia ci sarebbe stata una rivoluzione” (magari…)

L’appiattimento del M5S sulla Lega deve sembrare anch’esso sorprendente, anche oggi,  quando Di Maio dice che l’arresto del Sindaco di Riace è la dimostrazione che “si enfatizzano modelli che poi vengono arrestati” quando non ha detto una parola sui 49 milioni rubati dalla Lega.
E nel caso di Riace lo stesso GIP afferma non esserci stato alcun interesse personale né tantomeno pecuniario.
Si processa solo l’umanità  che è l’antitesi delle soluzioni razziste di questo governo.

Ma quello che invece sorprende me è che, ancora oggi, c’è chi pensa che il M5S sia diverso dalla Lega, che allontanato dalla cattiva compagnia leghista possa avere delle istanze di sinistra e possa unirsi ad alcune formazioni democratiche e antifasciste per un futuro percorso insieme, anziché capire che è ormai parte di quella “politica” a cui bisogna opporre un’alternativa che potrà costruirsi, in tempi molto lunghi, a prescindere da loro e da qualsiasi altra manifestazione ectoplasmatica di quanto già visto (dalla destra estrema alla sinistra estrema).

Scrivevo che a molti deve apparire sorprendente questa nuova deriva destrorsa del M5S. Ma in realtà non è così: anche i grillini sono mutati.
Nel vuoto pneumatico della coscienza politica odierna si perde la capacità critica e ci si affida sempre di più a promesse, giustificazioni, si cambia e si sdogana un nuovo linguaggio, atteggiamenti istituzionali impensabili, uomini di nuovo al balcone, nemici da sconfiggere, e anche la cifra antropologica muta.
Se ci fossimo persi i passaggi che ci hanno cambiato lentamente e ci fossimo trovati a passare in un giorno dagli anni ’70 ad oggi, tutto ci sembrerebbe un incubo, un film di fantascienza.
Ma è la realtà,
Coraggio, il peggio deve ancora arrivare…

Gian Luigi Ago

 

Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web di riflessione e informazione culturale e artistica. Gestisce un blog culturale: gianluigiago.wordpress.com e un blog politico: gianluigiagora.wordpress.com Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Ha realizzato due album: "Verso le barricate del futuro" e "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org Siti musicali YouTube: - Gian Luigi Ago Video _ Dopostoria Gian luigi Ago CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: