Perchè i Sindaci fanno bene ad opporsi alla chiusura dei porti

guernica migranti

Sul Decreto Sicurezza ideato da Salvini e votato, e oggi difeso, da Di Maio, si evidenziano molte contraddizioni.

Io penso che, di fronte a persone che stanno morendo in mare, il rispetto delle leggi in maniera fredda e burocratica passa in secondo piano; se vedo qualcuno che sta per finire sotto un camion lo salvo anche se per farlo devo calpestare un’aiuola dove è scritto “non calpestare i fiori”.

Lo stesso problema si pose con i No Tav, perseguitati, in primis dal Giudice Caselli, aggrappandosi ad articoli di legge risalenti al codice Rocco dell’era fascista.
Nel momento in cui una legge appare palesemente incostituzionale è giusto praticare azioni che non possono essere definite infrazioni della legge ma forme di disobbedienza civile per evidenziare una questione politica, una necessità di cambiamento e di presa di coscienza popolare.
Persino nei rigidi codici militari era ritenuto doveroso non eseguire ordini palesemente ingiusti anche se sanciti dalla legge.

La salvaguardia della vita umana viene prima di tutto.
Durante il nazismo ci fu chi disobbedì a leggi ingiuste salvando ebrei dai campi di concentramento.
Forse abbiamo sbagliato a chiamarli eroi? Dovevamo processarli?
Non regge nemmeno il discorso che in democrazia si debbano accettare leggi che non ci piacciono, perché se ammettiamo di essere in democrazia, la prima cosa che si deve fare è difenderla da chi fa leggi antidemocratiche; e mentre la gente affoga non possiamo aspettare che le leggi siano dichiarate incostituzionali.
Se uno affoga cerco di salvarlo anche se i 5Stelle e la Lega mi dicono che (per ora) è un reato

Aggiungo che in questa discussione parlare di convenienze politiche e pensare se giova o no politicamente sia molto meschino.
Pensare ancora di poter discutere con costoro (M5S e Lega) è un errore politico; i grillini “buoni” non esistono e, se ce n’erano, non continuano a far parte di un movimento ormai di estrema destra.

A me non interessa se Orlando e De Magistris (che non mi piacciono umanamente e politicamente) cercano di farsi pubblicità per prossime elezioni, né se la stessa cosa fa, surrettiziamente, chi li critica.

Siamo di fronte a una legge che infrange i più evidenti criteri morali, giuridici, di umanità. Giustissimo non subire passivamente come degli ubbidienti furieri.

Gian Luigi Ago

Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web di riflessione e informazione culturale e artistica. Gestisce un blog culturale: gianluigiago.wordpress.com e un blog politico: gianluigiagora.wordpress.com Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Ha realizzato due album: "Verso le barricate del futuro" e "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org Siti musicali YouTube: - Gian Luigi Ago Video _ Dopostoria Gian luigi Ago CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: