La Brigata Rousseau

rousseau

Vediamo perché il voto su Rousseau è assurdo e basato su una fittizia democrazia.

La questione su cui si doveva decidere riguardava il valutare se il comportamento di Salvini sul caso Diciotti fosse dettato da un superiore interesse nazionale che permettesse anche di compiere un atto configurabile come reato.

Non si doveva decidere quindi se quello che aveva fatto Salvini fosse giusto o no, e tanto meno se avesse compiuto un reato. Ma solo se l’azione compiuta, giusta o no, reato o meno, fosse giocoforza dettata da una superiore necessità di difesa dell’interesse nazionale.
Ora, alzi la mano chi pensa che lo sbarco di quelle decine di persone e il loro ricovero in un centro di accoglienza (cosa poi successa) avrebbe messo in pericolo la Nazione.

Ma a parte questo, una valutazione di queste motivazioni non può essere presa senza avere contezza di tutte le fasi di quanto successo: i contatti, le comunicazioni, i messaggi inviati a Salvini delle autorità competenti, i rapporti di polizia, ecc. Ovvero tutte le cose che sono riassunte nelle cinquanta pagine, più allegati, della richiesta di autorizzazione a procedere.

Ora, alzi di nuovo la mano chi è convinto che anche solo il 10% degli attivisti che hanno votato sulla piattaforma Rousseau abbiano letto le carte per intero.

Gli unici che potrebbero averlo fatto, e che, anzi, avrebbero dovuto avere questo dovere, sono i parlamentari che dovranno concedere o meno l’autorizzazione a procedere.

Loro hanno il compito di prendere questa decisione e, in base all’art. 67 della Costituzione dovrebbero farlo in base alla loro coscienza.
Se qualcuno si presenta a una competizione elettorale e viene eletto, dovrebbe rispettare le regole e lo spirito di quanto le leggi istituzionali prevedono.
Se non credi nelle regole delle istituzioni, perché ci vai?

La consultazione della base, in questo caso, è chiaramente un escamotage per lavarsi pilatescamente le mani da una scelta.
Il quesito reale sotteso al quesito farlocco su Rousseau era chiaramente un altro: “Ci conviene o meno andare contro Salvini e rischiare di far cadere il governo e perdere le poltrone?”.

Stiamo quindi parlando di un interesse politicista e propagandista fatto sulla pelle di pocveri disgraziati in una questione seria che ha a che fare con reati penali e interesse della Nazione.
Si noti ancora che questa consultazione della base è stata fatta in questo caso ma non per altri. Perché solo in questo caso?
Lo abbiamo già detto: per lavarsi le mani da una situazione scomoda e avendo ben calcolato prima l’esito di non-autorizzazione.

Siamo di fronte quindi a uno sfregio alla Costituzione, ai soliti trucchetti per salvare politici, la dimostrazione che per il M5S ci sono politici che possono avere privilegi che i comuni cittadini non possono avere, al fatto che, in conclusione, abbiamo una  Casta al potere che si difende dai giudizi della Magistratura.

Gian Luigi Ago

Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web di riflessione e informazione culturale e artistica. Gestisce un blog culturale: gianluigiago.wordpress.com e un blog politico: gianluigiagora.wordpress.com Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Ha realizzato due album: "Verso le barricate del futuro" e "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org Siti musicali YouTube: - Gian Luigi Ago Video _ Dopostoria Gian luigi Ago CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: