Propaganda elettorale vs memoria (M5S vs Siri)

di maio pinocchio

Ma come è arrivato al governo Siri?
Semplice: basta andarsi a rivedere una puntata di Otto e mezzo del 2018 in cui Di Battista, nel pieno della polemica su Savona ministro dell’economia, proponeva come ministro alternativo proprio Siri che già era stato condannato in via definitiva per bancarotta fraudolenta.

Poi la scelta cadde su Tria, così Siri ottenne solo un sottosegretariato.
Fu quindi proprio il M5S a volerlo al governo.
Oggi però la campagna elettorale impone al M5S di tornare a dare di se stesso un’immagine fasulla. Il ragionamento grillino si basa sul fatto che le promesse elettorali, e la loro proverbiale e millantata “onestà” li hanno portati al governo, guadagnando voti anche a sinistra.
Ecco perché solo oggi si scoprono all’improvviso antifascisti e castigatori della mala politica.

Insomma tutto quello storytelling che (pensano loro) se ha funzionato una volta dovrebbe funzionare ancora.
Sperano, in poche parole, che la propaganda elettorale vinca sulla memoria a breve termine e che quindi gli elettori si dimentichino i condoni, i dietro front su Ilva, Tap, il voto a legittima difesa, gli occhi chiusi sulla corruzione a Roma, l’appoggio alla politica razzista di Salvini sui profughi, il voto al decreto (in)sicurezza, il salvataggio di Salvini dal processo e molto altro ancora.

Ecco perché hanno voluto Siri al governo quando era già condannato e si accorgono, guarda caso solo a un mese dalle elezioni, di non volerlo più, ora che è solo indagato.
Insomma la solita ipocrisia, le solite bugie, il solito doppio gioco e il solito interesse alle poltrone, cose sulla condanna delle quali avevano costruito il consenso politico che l’andata al governo, sta sbugiardando giorno dopo giorno.

Gian Luigi Ago

Annunci

Informazioni su Gian Luigi Ago

E' tra i soci fondatori dell'Associazione politica "Primalepersone". Dal 2009 è Presidente dell'Associazione Culturale "Il vizio del pensiero" di cui gestisce il sito web di riflessione e informazione culturale e artistica. Gestisce un blog culturale: gianluigiago.wordpress.com e un blog politico: gianluigiagora.wordpress.com Come cantautore ha composto alcune canzoni che hanno come riferimento la tradizione della canzone d’autore. Ha realizzato due album: "Verso le barricate del futuro" e "Dopostoria" Nel 2013 ha rappresentato, insieme a Claudia Bellucci, l'Italia al Festival Europeo della Canzone d'Autore svoltosi a Vilnius, organizzato dal Ministero della Cultura della Lituania. Insieme a Claudia Bellucci ha realizzato il sito web "Poesia come eresia", sito ufficiale del poeta pesarese Gianni D'Elia. http://www.giannidelia.altervista.org/ Si interessa di teatro, letteratura, musica d’autore italiana, sulla quale ha condotto diverse trasmissioni radiofoniche monografiche su emittenti regionali. Ha pubblicato sul web diversi interventi tematici e critici legati alla musica d’autore. Insieme a Claudia Bellucci e Eugenio Alfano ha realizzato la “Lezione-spettacolo sul Teatro Canzone di Gaber e Luporini”, un’analisi approfondita della genesi, dei meccanismi, delle tematiche, dei riferimenti letterari, filosofici, storici e sociologici che hanno attraversato gli spettacoli di Gaber; la Lezione-spettacolo è stata tenuta in Università, Scuole Superiori, Auditorium, Circoli culturali e Teatri. E’ autore di poesie e monologhi, tra cui quelli dello spettacolo “In direzione ostinata e contraria”, dedicato a Fabrizio De Andrè, realizzato e portato in scena, sotto la sua direzione artistica, insieme a Giulio D'Agnello. Ha scritto lo spettacolo "La stessa rabbia, la stessa primavera" dedicato a Fabrizio De Andrè, portato in scena con il cantautore Massimo Blaco, Claudia Bellucci e Veronica Balzani. Ha realizzato e portato in scena, insieme a Claudia Bellucci, Massimo Blaco e Pino Nastasi, il concerto "Appunti sulla canzone d'autore" con canzoni di musica d'autore italiana Ha realizzato con il gruppo “Compagni di viaggio”, con cui collabora come cantante e chitarrista, lo spettacolo “I sentieri di Utopia” con canzoni di lotta, impegno e speranza e il concerto "No, è un ukulele" con classici della canzone arrangiati per ukulele. E’ presente su Facebook, Twitter e Myspace con il suo account personale e con quello dell’Associazione Culturale “Il vizio del pensiero” Sito web personale: www.agocanzonedautore.altervista.org Siti musicali YouTube: - Gian Luigi Ago Video _ Dopostoria Gian luigi Ago CONTATTI: Email: ago.gianluigi@libero.it Vedi tutti gli articoli di Gian Luigi Ago

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: